skip to content
  • it
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI
DEL SANNIO   Benevento

Laurea in Biotecnologie

Informazioni generali

Tipo di corso: 
Classe di "corso": 
Codice: 
171
Titolo di accesso: 
Diploma
Tipo di accesso: 
Test di autovalutazione
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Anno attivazione: 
2010
Lingua del corso: 
Italiano
Curriculum corso: 
GENERALE
Requisiti di ammissione: 

Per essere ammessi al Corso di Laurea è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.
E' richiesta una buona cultura generale di base, con conoscenze di matematica, fisica, chimica e biologia. Il livello di preparazione iniziale sarà determinato attraverso una prova di valutazione obbligatoria predisposta dal consorzio CISIA. Per gli studenti con accertate carenze, saranno previste attività di supporto secondo le modalità definite con delibera del Consiglio del Dipartimento di Scienze e Tecnologie.

È previsto un test di valutazione non selettivo, finalizzato ad accertare le conoscenze pregresse dello studente, con particolare riferimento alle abilità matematiche, fisiche e chimiche. Il test è nazionale ed è organizzato dal CISIA, in data venerdì 7 settembre 2018 ore 10.30, in collaborazione con le varie sedi universitarie. La prova di ammissione consisterà:
nella soluzione di 50 quesiti a risposta multipla, di cui una sola esatta tra quelle indicate, da affrontare in complessive 110 minuti suddivise nelle seguenti aree:
Matematica di base: 20 quesiti in 50 minuti;

  • Biologia: 10 quesiti in 20 minuti;
  • Chimica: 10 quesiti in 20 minuti;
  • Fisica: 10 quesiti in 20 minuti;

I quesiti proposti sono suddivisi in più sezioni tematiche in successione fra di loro secondo un ordine preciso. Per affrontare ciascuna sezione è concesso un tempo prestabilito sopra indicato, facilmente controllabile in aula mediante il colore delle pagine di stampa,diversi per ciascuna sezione. Scaduto il tempo previsto per ciascuna sezione su deve obbligatoriamente passare alla sezione successiva.Ulteriori informazioni ed approfondimenti sono contenuti sul sito http://www.testingressoscienze.org, all'interno del quale è anche possibile prendere visione dei Test CISIA di Scienze.

Modalità prova finale: 

Per il conseguimento della Laurea, lo studente deve aver conseguito i crediti relativi alle attività previste dal presente ordinamento che, sommati a quelli da acquisire nella prova finale, gli consentano di ottenere 180 CFU. Il superamento della prova finale porta all'acquisizione di 2 CFU.
La prova finale, avendo l'obiettivo di verificare il lavoro svolto e le capacità comunicative del candidato, prevede le seguenti due alternative:

a. presentazione e discussione di una relazione scritta concernente l'attività di tirocinio svolta.

b. presentazione e discussione di una relazione scritta concernente l'approfondimento personale di un argomento affrontato nell'ambito di una delle discipline studiate.
La seduta di Laurea si svolgerà pubblicamente davanti ad una commissione di docenti. La valutazione in centodecimi delle attività formative, espressa in trentesimi nei singoli esami, sarà ottenuta facendo la media pesata per i CFU di ogni insegnamento.

Contenuti

Descrizione: 

Il Corso di Laurea in Biotecnologie appartiene alla Classe di Laurea L-2 ed ha una durata di tre anni accademici. L'immatricolazione è subordinata alla partecipazione ad un test di ingresso non selettivo ma obbligatorio.
Il conseguimento del titolo di Laurea necessita l'acquisizione di 180 crediti formativi universitari (CFU). Le attività previste comprendono: didattica frontale, attività di laboratorio sperimentale, esercitazioni numeriche, attività di stage o tirocinio pratico, anche presso strutture esterne convenzionate con l'Ateneo.
Il percorso formativo è strutturato in modo che lo studente acquisisca: (a) solide conoscenze delle discipline di base, chimica, fisica, matematica ed informatica, per poterle applicare nelle scienze della vita; (b) un approccio scientifico nella raccolta dei dati sperimentali, nella loro elaborazione ed interpretazione; (c) adeguata conoscenza della lingua inglese, in forma sia scritta che parlata, per poter interagire proficuamente con altri; (d) approfondite conoscenze delle discipline biologiche fondamentali, quali la biologia cellulare, la biochimica, la biologia molecolare, la fisiologia, la genetica e la microbiologia, sia dal punto di vista teorico che sperimentale. In particolare sono previste attività di laboratorio per un congruo numero di CFU sia per le discipline biologiche di base, sia per quelle più squisitamente biotecnologiche, quali la biologia molecolare e la genetica.
La preparazione acquisita con la Laurea in Biotecnologie consente sia di proseguire gli studi indirizzandosi verso specifici aspetti delle Biotecnologie o della Biologia, sia di accedere al mondo del lavoro. I principali sbocchi occupazionali riguardano attività produttive e/o di ricerca in laboratori o industrie nei settori agro-alimentare, bio-sanitario, biotecnologico e farmaceutico.

 

Profilo e sbocchi professionali: 

funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato in Biotecnologieè capace di:
- utilizzare le principali metodologie che caratterizzano le biotecnologie molecolari e cellulari;
- utilizzare informazioni presenti nelle banche dati biomolecolari;
- identificare, caratterizzare e diagnosticare le interazioni tra microrganismi patogeni ed organismi umani;
-applicare strategie a base biotecnologica in strutture pubbliche e private.

competenze associate alla funzione:
I laureati svolgono compiti tecnici di gestione e
controllo nelle attività di produzione, analisi, rilevazione e gestione di prodotti biotecnologici epossono operare in:
- laboratori di diagnostica molecolare;
- laboratori di genetica molecolare, anche di ambito forense;
- laboratori di analisi, servizi di diagnostica e prevenzione;
- industrie, in particolare quelle biomedicali, farmaceutiche e della diagnostica biotecnologica.

sbocchi occupazionali:
Il laureato in Biotecnologie può naturalmente iscriversi a Corsi di Laurea Magistrale o Master. Inoltre, dato che l'utilizzo delle Biotecnologie è ormai diffuso in molti settori cardine delle attuali società post-industriali, i laureati in Biotecnologie, considerati "Specialisti nelle Scienze della Vita" secondo i codici ISTAT, hanno prospettive di impiego, a titolo esemplificativo, presso i seguenti enti:
- Laboratori di ricerca e sviluppo, reparti di produzione industriali, in particolare quelli
farmaceutici, di chimica fine, di diagnostica biotecnologica, di cosmetologia e di
salvaguardia ambientale.
- Enti preposti alla elaborazione di normative brevettuali riguardanti lo sfruttamento di prodotti e processi biotecnologici.
- Università, Istituti CNR, ed altri istituti di ricerca pubblici o privati.
- Enti ospedalieri.
- Industrie biotecnologiche.
Il possesso della Laurea triennale in Biotecnologie dà diritto, previo il superamento dell'esame di stato, all'iscrizione all'Albo professionale dei Biologi (DM n.328 del 05/06/2001, pubblicato sulla GU del 17/08/2001), sezione dei biologi juniores.

Il Corso prepara alla professione di:

  1. Biologi e professioni assimilate - (2.3.1.1.1)
  2. Biochimici - (2.3.1.1.2)
  3. Biofisici - (2.3.1.1.3)
  4. Biotecnologi - (2.3.1.1.4)

Uffici