skip to content
  • it

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI
DEL SANNIO   Benevento

 

Corsi di laurea magistrale

Corsi di laurea magistrale attivi presso i Dipartimenti dell'Università degli Studi del Sannio

Tipo di corso: Laurea Magistrale

Laurea Magistrale in Biologia

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Scienze e Tecnologie (DST)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia, appartenente alla Classe di Laurea L-6 Biologia, ha una durata di due anni accademici. Possono accedere al Corso di Laurea Magistrale in Biologia tutti i laureati nella classe delle Lauree Triennali in Scienze Biologiche e (L-13) e Biotecnologie (L-2) e Classi di Lauree affini.
Il conseguimento del titolo di studio prevede l'acquisizione di 120 crediti formativi universitari (CFU). Le attività previste dai CFU comprendono didattica frontale,attività laboratoriali assistite, attività individuale di stage o tirocinio in Laboratori anche esterni all'Ateneo del Sannio in Italia e all'estero allo scopo di redigere un lavoro originale di tesi sperimentale.
Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia è organizzato in due diversi curricula: 1) Biosanitario e 2) Risorse alimentari e Nutrizione. Il curriculum Biosanitario ha tra gli obiettivi formativi la preparazione di laureati che, alla fine del loro percorso, siano capaci di associare un'approfondita cultura biologica di base ad una solida preparazione scientifica ed operativa nei settori della ricerca biosanitaria e della pratica diagnostica. Obiettivi di tale indirizzo sono l'acquisizione di un'appropriata conoscenza di discipline dell'ambito biosanitario, biomolecolare e di metodologie di analisi avanzate.
Il curriculum Risorse alimentari e Nutrizione ha l'obiettivo di formare una figura professionale autonoma che possiede conoscenze e competenze specifiche nell'ambito degli alimenti e dei nutrienti, ed è quindi capace di valutare la composizione, la qualità nutrizionale, l'efficacia funzionale, e l'idoneità degli alimenti per il consumo umano nonché gli aspetti associati all'alimentazione in eccesso o in difetto nelle popolazioni o in gruppi di popolazioni. Obiettivi di tale indirizzo sono anche l'acquisizione delle nuove tecnologie applicate all'alimentazione e nutrizione umana attraverso un approccio distinto ed integrato a quello sanitario.
Il laureato magistrale in Biologia potrà così rivestire ruoli di elevata responsabilità, da svolgere in autonomia, nel campo della ricerca biomedica di base ed applicata, della nutrizione umana, della gestione e controllo di processi analitici nell'ambito di strutture a vocazione molecolare-diagnostico e farmaceutico, della promozione e sviluppo biotecnologico e, infine, della divulgazione scientifica.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Economia e Management

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi (DEMM)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

La laurea magistrale in Economia e Management è un percorso formativo per esperti nella gestione delle aziende. Rivolto alla preparazione di specialisti che potranno operare in aziende sia pubbliche che private.

I corsi di studio sono finalizzati ad acquisire un’approfondita conoscenza delle principali aree funzionali dell’azienda (contabilità, programmazione e controllo, marketing, finanza, organizzazione delle risorse umane, strategia e corporate governance) e una visione articolata dell’ambiente istituzionale nel quale le imprese operano (conoscenza giuridiche, macroeconomiche, quantitative e socio-politico-internazionali).

Sono previsti tre curricula: "Economia e Management delle imprese", "Economia e Management degli intermediari finanziari"; "Economia e management delle imprese agroalimentari". 

Inoltre, dall’A.A. 2014-15 il Dipartimento ha aggiunto alla propria offerta formativa un piano di studi finalizzato alla formazione dei futuri professionisti che ne accelerano anche l’ingresso nella realtà lavorativa: il corso di laurea magistrale di II livello, Economia e management delle imprese, in convenzione con l’Ordine del Dottori commercialisti ed Esperti contabili. Ottemperando a quanto previsto dalla normativa nazionale e agli accordi tra MIUR e Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili, la Convenzione con l’Ordine consente due importanti benefici: l’esenzione dalla prima prova scritta dell’esame di stato per l’abilitazione alla professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile; la possibilità di svolgere parte del tirocinio professionale in concomitanza con il periodo di studi.

Particolare attenzione, inoltre, è prestata agli aspetti internazionali, sempre più importanti nella preparazione di laureati, in grado di confrontarsi con i complessi scenari dell’economia globale. Tra le opzioni disponibili per gli iscritti alla Laurea Magistrale in Economia e Management c’è la possibilità di conseguire un Double Degree svolgendo uno dei due anni di corso presso le Università convenzionate. Al momento sono operative le convenzioni con le Università di Danzica in Polonia e l’Università di Hanoi in Vietnam, ma sono in corso di perfezionamento gli atri accordi con università in Francia e Spagna.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Ingegneria Civile

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Ingegneria (DING)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Il Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Civile nasce nel 2009 dalla trasformazione del Corso di laurea Specialistica in Ingegneria Civile attivato nel 2006, mediante un progetto culturale che ha portato alla Convenzione con l'Università Federico II attivando un Corso di Laurea interateneo. La convenzione con l'Università Federico II di Napoli consente di allargare lo spettro delle competenze disponibili sulla didattica e di mettere a disposizione degli studenti anche le strutture di ricerca (laboratori) dell'Università di Napoli. Inoltre si deve osservare che gli obiettivi formativi sono diversi da quelli delle lauree magistrali della stessa classe attivate presso l'Università di Napoli, rappresentando un completamento ed una complementarietà, per entrambi.
La differenza sostanziale consiste per l'Università del Sannio in un approfondimento a più ampio spettro nel settore dell'ingegneria civile, mentre a Napoli l'offerta didattica è più specifica in singoli settori (due magistrali differenti per Strutture e Geotecnica oppure per Sistemi Idraulici e Trasporti); con questa scelta si ottiene la formazione di una figura professionale molto flessibile pronta a sfruttare le possibilità di lavoro relative a tutte le tipologie di opere e servizi di ingegneria civile, anche in momenti di crisi del mercato del lavoro, mentre sono più limitate quelle per opere specifiche e fortemente specialistiche.
Analogamente nei ruoli di coordinamento e dirigenziali soprattutto degli enti territoriali e delle imprese di piccole dimensioni il profilo professionale deve essere alto ma contemporaneamente ampio per gestire tutte le problematiche. In ogni caso, trattandosi di una laurea magistrale, è stata individuata una connotazione leggermente più marcata in un ambito scegliendo quello dell'ingegneria sismica poiché ormai tutta l'Italia è stata mappata come sismica, e sono pressanti i problemi della sicurezza delle costruzioni esistenti che presentano un elevato rischio sismico; in particolare il territorio in cui è insediata l'Università del Sannio è esso stesso ad elevato rischio sismico.
L'offerta formativa nel primo anno propone l'approfondimenti degli strumenti metodologici-operativi della matematica, nonché delle competenze nel settore delle infrastrutture idrauliche, dei sistemi di trasporto e del governo delle trasformazioni urbane e territoriali. Inoltre inizia il percorso di specializzazione in ingegneria sismica trattando la dinamica delle strutture e le costruzioni in muratura; tale percorso che verrà completato nel secondo anno con le costruzioni in cemento armato e in acciaio e la dinamica dei terreni.
Inoltre si forniscono anche gli strumenti per affrontare gli aspetti relativi agli impianti per l'edilizia bioclimatica, poiché nel settore delle costruzioni non si può più prescindere da un approccio di sostenibilità energetica.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica per l'Automazione e le Telecomunicazioni

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Ingegneria (DING)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica per l'Automazione e le Telecomunicazioni nasce dalla fusione delle preesistenti lauree specialistiche in Ingegneria dell'Automazione ed Ingegneria delle Telecomunicazioni, integrandone e riorganizzandone l'offerta didattica. Il corso di studi consente così di enfatizzare le complementarietà e le sinergie tra le aree disciplinari presenti nel settore dell'ingegneria dell'informazione, dove la crescente complessità, varietà e modularità delle moderne tecnologie utilizzate rende fondamentale il ruolo dell'elettronica per lo sviluppo e l'innovazione tecnologica.
Il corso di studi offre un percorso formativo bilanciato, tra aspetti avanzati di carattere culturale-scientifico e formazione professionalizzante, aggiungendo agli strumenti teorico-scientifici della matematica, della fisica e dell'informatica, ulteriori conoscenze di base riguardanti gli ambiti caratterizzanti la disciplina dell'ingegneria elettronica (elettronica, misure elettroniche, campi elettromagnetici), e conoscenze maggiormente rivolte ad ambiti di applicazione specifici dell'automazione e delle telecomunicazioni.
La preparazione fornita al laureato gli consente così di utilizzare con competenza un ampio spettro di conoscenze per progettare, modellare e realizzare sistemi elettronici per i controlli automatici e le telecomunicazioni, e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi che richiedono un approccio interdisciplinare.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Ingegneria (DING)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Il Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Ingegneria Energetica nasce nel 2009 dalla trasformazione del Corso di Laurea Specialistica di pari denominazione, a sua volta attivato nel 2006 mediante un progetto culturale che ha portato alla stipula di una convenzione con l'Università Federico II di Napoli. La convenzione con l'Università Federico II consente di allargare lo spettro delle competenze disponibili sulla didattica e di mettere a disposizione degli studenti anche le strutture di ricerca (laboratori) dell'Università di Napoli. 
Ciò premesso, l'impianto culturale del CdLMI presenta uno spettro ampio e bilanciato nelle tre aree principali di riferimento (chimica, elettrica e termomeccanica). Gli obiettivi formativi del corso mirano perciò a formare una figura di ingegnere operante in libera attività o presso enti pubblici e privati, con una preparazione completa nel settore, capace d'inserirsi in realtà operative molto differenziate per dimensioni e tipologie, caratterizzate da rapida evoluzione sia dal punto di vista tecnologico che da quello dell'organizzazione del lavoro.
Le attività formative relative alle discipline di base sono finalizzate ad integrare le conoscenze metodologico-operative della matematica e delle altre scienze di base, portandole ad un livello sufficiente ad affrontare problemi di modellazione ed analisi sperimentale dei complessi fenomeni fisici e chimici coinvolti nelle trasformazioni energetiche. 
Le attività formative caratterizzanti ed affini forniscono le conoscenze metodologico-operative dell'ingegneria energetica e consentono di raggiungere un buon grado di approfondimento di alcune problematiche specifiche, tenendo conto anche delle tecnologie innovative e degli strumenti di analisi più aggiornati.
Al termine del corso di studi, il laureato magistrale in Ingegneria Energetica conoscerà in maniera approfondita gli aspetti teorico-scientifici sia della matematica e delle altre scienze di base, sia dell'ingegneria, con particolare riferimento a quelli dell'ingegneria energetica, nella quale è capace di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare. Egli sarà, infine, in grado di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi, utilizzando metodi, tecniche e strumenti adeguati ed aggiornati, avendo nel contempo presenti le problematiche relative alla sicurezza ed al rispetto dell'ambiente e del territorio, aspetti della cultura d'impresa nonché dell'etica professionale.
Con riferimento alle competenze professionali, il percorso formativo mira ad un approfondimento delle conoscenze principalmente nel settore della progettazione, dell'analisi e del controllo di impianti energetici civili ed industriali. La preparazione in uscita prevede la conoscenza di almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano ed adeguate conoscenze informatiche che consentano al laureato di utilizzare gli strumenti attualmente disponibili e di seguire l'evoluzione delle tecnologie nel settore dell'informazione. 
L'attività didattica comprende di norma 60 CFU/anno, per un totale di 120 crediti complessivi. Nel manifesto annuale degli studi è precisato il dettaglio di questa attività, che comprende lezioni, esercitazioni, attività di laboratorio e progettazione, seminari, tutorato, orientamento, tirocinio. La didattica è svolta facendo ampio ricorso ad attività di laboratorio relative alle diverse discipline. Agli studenti si richiede sovente di sviluppare degli elaborati in applicazione delle abilità conseguite, nonché di redigere le relative relazioni, incoraggiandoli a lavorare in gruppo. 
Le prove di esame sono di norma individuali.
La prova finale consiste nella redazione e nella discussione pubblica, in presenza di una commissione appositamente nominata, di una tesi individualmente scritta, in cui sia stato sviluppato, sotto la guida di un docente relatore, un argomento caratterizzante il profilo culturale e/o professionale prescelto. La preparazione della tesi può richiedere lo svolgimento di attività di ricerca, di progettazione e di laboratorio. Lo studente deve dimostrare di aver conseguito una buona padronanza degli argomenti, di aver raggiunto la capacità di operare in modo autonomo, di saper comunicare efficacemente e sinteticamente i principali risultati ottenuti, e di saper sostenere un contraddittorio. 

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Ingegneria (DING)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica fornisce allo studente una formazione di livello avanzato e gli consente l'esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Le applicazioni dell'informatica sono in costante crescita e diversificazione e si vanno caratterizzando sempre di più per una forte componente di ricerca e sviluppo industriale. All'ingegnere magistrale informatico è quindi richiesto uno specifico profilo culturale nell'ambito dei sistemi di elaborazione dell'informazione, con la capacità di usare conoscenze, metodologie e tecnologie consolidate e tradizionali e di riuscire ad affrontare e risolvere in modo ingegneristico problemi nuovi la cui soluzione passa attraverso attività di ricerca industriale per cui è necessario avere una profilo culturale ampliato da conoscenza di altri settori tipici dell'ingegneria dell'informazione.

Gli obiettivi formativi del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica sono orientati al conseguimento di una solida formazione di base, metodologica e tecnologica sui sistemi di elaborazione dell'informazione, che, pur aperta a successivi approfondimenti nei corsi di Dottorato di Ricerca e Master Universitari di secondo livello, consenta al laureato magistrale d'inserirsi in attività lavorative che richiedono la capacità di applicare in modo rigoroso il metodo scientifico ed un approccio interdisciplinare.

Il Corso di Studio prevede l'approfondimento delle discipline ingegneristiche ed il completamento delle conoscenze metodologiche e tecnologiche del settore informatico e dell'ingegneria dell'informazione. Al termine del corso di studio, il Laureato Magistrale in Ingegneria Informatica avrà acquisito notevoli capacità di sviluppo di sistemi avanzati e con contenuti innovativi nell'area strettamente informatica ma anche buone capacità progettuali per le restanti aree dell'ingegneria dell'informazione.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Genetiche

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Scienze e Tecnologie (DST)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Programmato
Descrizione:

Il Corso di Laurea Magistrale (CLM) in Scienze e Tecnologie Genetiche, già attivato nell'a.a. 2006-2007 come Corso di Laurea Specialistica (DM 509/1999), con un massimo di 25 immatricolati/anno e, successivamente, divenuto CLM (DM 270/2004), dall'a.a. 2011-2012, è stato ristrutturato aprendolo ad un numero massimo di 15 immatricolati/anno e dotandolo di un Comitato di Coordinamento. Quest'ultimo costituito da due rappresentanti per ognuna delle istituzioni partecipanti. Ad oggi il corso è aperto a un numero massimo di 10 immatricolati/ anno.
Il CLM in Scienze e Tecnologie Genetiche è peculiare perchè offre agli studenti la frequentazione intensiva di laboratori avanzati di ricerca biotecnologica con lo scopo di formare competenze solide e di livello professionale nella ricerca scientifica. Lo scopo è stato raggiunto attraverso l'adozione di diverse misure quali:
1) lo svolgimento delle attività didattiche nella loro interezza presso un centro di ricerca avanzato : l'Istituto di Ricerca Gaetano Salvatore - Biogem s.c.a r.l. in Ariano Irpino che impegna una superficie di 33.000 metri quadrati di cui circa 8.000 suddivisi tra laboratori di ricerca e strutture per la didattica ed i servizi;
2) la realizzazione di un corso in convenzione tra Biogem s.c.a r.l. e gli Atenei del Sannio di Benevento (sede amministrativa), di Bari Aldo Moro, di Foggia, di Napoli Federico II e con il rilascio del titolo congiunto da parte dei quattro atenei
3) la realizzazione di un corso residenziale a tempo pieno dove gli studenti trascorrono nel centro di ricerca 40 ore settimanali. Ciò consente agli studenti di conciliare studio ed attività di ricerca e, soprattutto, di interagire tra loro e con i ricercatori di Biogem che partecipano alle attività pratiche;
4) l'adozione del numero programmato ha lo scopo di assicurare il rapporto più funzionale tra studenti e disponibilità di docenti, ricercatori, spazi ed attrezzature di laboratorio, progetti di ricerca. L'accesso al corso dei 10 studenti avviene attraverso una prova di selezione che prevede l'accesso alla graduatoria dei vincitori solo dei candidati che risultano idonei. L'idoneità viene verificata per diverse aree disciplinari, sia di interesse generale che specifico rispetto agli obiettivi del CLM, come di seguito specificato;
5) la progettazione di insegnamenti integrati con moduli che permettano di affiancare, anche temporalmente, conoscenze e/o competenze attinenti a domini di sapere diversi ma tra loro complementari. A tal fine viene richiesta la stretta collaborazione tra i docenti. L'integrazione effettiva dell'insegnamento e dell'apprendimento degli obiettivi didattici trova riscontro nell'approccio del tutto integrato - e non solo affiancato - anche della verifica del loro conseguimento. L'esame di profitto é unico e viene tenuto da una commissione costituita da almeno due docenti del corso integrato. L'integrazione disciplinare ha altresì permesso di concentrare i momenti di valutazione in 10 esami di profitto per complessivi 92 CFU;
6) l'inserimento di attività di laboratorio nel carico didattico di ogni insegnamento e l'espletamento di attività di laboratorio aggiuntive sotto la guida di ricercatori e personale di Biogem con la finalità di fornire allo studente gli strumenti, non solo teorici, per attendere alla preparazione della tesi di laurea con una sicura autonomia sperimentale e, quindi, affrontare e svolgere una tesi di ricerca.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Geologiche

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Scienze e Tecnologie (DST)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Geologiche. Classe di appartenenza: LM-74 delle Scienze e Tecnologie Geologiche del DM 16 marzo 2007. La sua durata è di due anni accademici.
L'accesso alla Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Geologiche (classe LM-74) è consentito a coloro che siano in possesso di una laurea nella classe L-34 (Scienze Geologiche) ex-DM 270/04 oppure di una laurea nella classe 16 (Scienze della Terra) ex-DM 509/99.
Il conseguimento del titolo di studio prevede l'acquisizione di 120 crediti formativi universitari (CFU).
Il percorso formativo comprende:
- attività formative di laboratorio e di sito dedicate all'apprendimento di metodologie sperimentali ed elaborazione dati;
- attività di tirocinio e/o stages, da svolgere anche presso università ed aziende (italiane ed estere), strutture della pubblica amministrazione e laboratori altamente specializzati;
- sviluppo di una prova finale con la produzione di un elaborato originale in cui vengano riportati i risultati di una ricerca scientifica e tecnologica.
Il corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Geologiche fornisce:
- una solida preparazione scientifica nelle discipline necessarie alla trattazione del sistema Terra, negli aspetti teorici, sperimentali e tecnico-applicativi;
- capacità operativa per l'acquisizione di dati di terreno e/o di laboratorio e un'adeguata capacità di interpretazione dei risultati delle conoscenze geologiche acquisite;
- capacità di programmazione e progettazione di interventi geologici applicativi e di direzione e coordinamento di strutture tecnico-gestionali.
I laureati magistrali potranno accedere a Master universitari di secondo livello e a Dottorati di Ricerca presso sedi universitarie italiane e straniere. Potranno trovare sbocchi professionali, inerenti alla formazione specialistica ed applicativa, in settori sia pubblici che privati con compiti di ricerca e gestione nel campo ambientale e territoriale; nella libera professione, in enti o amministrazioni, con compiti di gestione, protezione e valorizzazione del territorio e mitigazione dei rischi. La laurea in Scienze e Tecnologie Geologiche permette l'iscrizione nella sezione A dell'Albo professionale dei geologi previo superamento di un esame di Stato.

Clicca qui per i dettagli del corso

Laurea Magistrale in Scienze Statistiche e Attuariali

Tipo di corso: Laurea Magistrale
Dipartimento: Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi (DEMM)
Titolo di accesso: Laurea triennale
Tipo di accesso: Libero
Descrizione:

Il Corso di Studio in Scienze Statistiche e Attuariali è istituito presso la sede universitaria di Benevento dal 1991. Rappresenta un’offerta formativa unica in Campania e nel sud dell’Italia. Percorsi di studio analoghi sono presenti solo nelle sedi universitarie di Roma “La Sapienza” e Trieste.

Il Corso di Laurea magistrale in Scienze Statistiche e Attuariali ha lo scopo di formare figure professionali altamente qualificate nel campo delle scienze attuariali e delle metodologie quantitative applicate nel novero delle problematiche assicurative, previdenziali e finanziarie.

I contenuti specifici del corso riguardano le tecniche assicurative, i modelli di teoria del rischio per la valutazione e il controllo della solvibilità (nel settore assicurativo, finanziario e previdenziale), la finanza aziendale, l'analisi dei prodotti e dei mercati finanziari, i modelli demografici per l’analisi della sopravvivenza, l’approfondimento delle tecniche statistiche e probabilistiche, della logica dell'economia dell'incertezza, oltre che gli strumenti tecnologici in esse impiegate. Il piano di formazione è finalizzato a fornire quadri di teoria, approfondimenti delle prassi operative nei contesti applicativi, cultura giuridica e dei regolamenti rilevanti per l'analisi dei mercati finanziari,  assicurativi e previdenziali.

Lo studente magistrale acquisirà una padronanza e un'autonomia critica in un quadro ben definito di competenze, da esprimere in un settore vitale per la modernizzazione del Paese e con forti e continue richieste di elevata professionalità.

Clicca qui per i dettagli del corso