L’Università del Sannio torna in presenza da lunedì 3 maggio. Le lezioni, in modalità mista, potranno essere seguite in aula o da casa, così esami, sedute di lauree, attività di ricerca si svolgeranno di norma in presenza.  

L’ateneo non si è mai fermato dall’inizio della pandemia, riprogrammando tempestivamente le attività, a seconda delle disposizioni ministeriali e nella piena salvaguardia della salute di studenti e personale. Adesso, con la Campania in zona gialla, il Senato accademico ha formalmente disposto la riapertura delle strutture da lunedì prossimo. La Segreteria studenti sarà aperta al pubblico nei consueti orari di sportello. Anche in Biblioteca saranno possibili prestiti e consultazione, mentre al momento non è consentito l’uso delle sale studio.

Tutte le attività in presenza saranno svolte nel rispetto della normativa vigente e dei protocolli Covid-19 adottati dall’ateneo.

“Non ci siamo mai fermati – ha dichiarato il rettore Gerardo Canfora – ma tornare a stare insieme nelle aule e nei laboratori ci permetterà di compiere appieno quel processo formativo fatto anche di relazioni e scambio tra persone. Il ritorno alla piena normalità non sarà immediato ma la ripresa per i nostri studenti di una parte di vita universitaria darà respiro all’ateneo e all’intera città”.