skip to content
  • it
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI
DEL SANNIO   Benevento

Neapolis Innovation Summer Campus 2018

Anche quest’anno gli studenti Unisannio si distinguono al Neapolis Innovation Summer Campus. Per loro “menzione speciale” grazie a un progetto su un dispositivo intelligente “salva bimbi” da applicare  al seggiolino dell’auto.

Dal 30 agosto al 9 settembre scorso, presso il Centro di Progettazione STMicroelectronics di Arzano, si è svolta la competizione su progetti innovativi  che ha visto protagonisti circa 90 studenti provenienti dai 5 atenei campani e dall'Università degli Studi di Cassino. STMicroelectronics è un'azienda leader nella produzione di componenti elettronici a semiconduttore ed è, da sempre, molto presente sul territorio con eventi formativi e di divulgazione rivolti alle aziende del posto e soprattutto alle università.

Dopo tre giorni di hands-on e training sui microcontrollori a 32-bit STM32, i partecipanti sono stati suddivisi in team e hanno cominciato a lavorare a dei progetti da loro ideati, poi presentati nei giorni 8-9 settembre in forma prototipale nell’ambito dell’evento HackFest, durante il quale sono stati assegnati tre premi sulla base dell’innovatività dei progetti proposti.

Anche quest’anno Unisannio è stata presente all’evento, con studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale in Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni e una laureata in Ingegneria Elettronica con mansioni di tutor. Tutti i team, formati da ragazzi provenienti da atenei diversi, hanno lavorato con passione ed entusiasmo a progetti interessanti, innovativi e simpatici, dimostrando che l’integrazione di menti e conoscenze diverse è sempre vincente.

In particolare il gruppo SecuryTeam, composto da Maria Pia Del Rosso e Francesco Mauro dell’Università degli Studi del Sannio, Domenico Rega e Elisa Bellacosa dell’Università degli Studi di Salerno, ha ricevuto uno dei tre premi assegnati ai progetti di gruppo: la “menzione speciale NeaPolis Innovation HackFest 2018”, per il progetto "Baby On Board", come miglior prodotto commerciabile. Il seggiolino intelligente progettato dai giovani inventori è dotato di un dispositivo applicabile a qualunque seggiolino in grado di ricordare ad un guidatore distratto la presenza del piccolo lasciato a bordo inavvertitamente.

La menzione è stata assegnata dal Comitato di Valutazione costituito dall’amministratore delegato di STMicroelectronics Italia Carmelo Papa, arrivato da Milano per l’occasione, dall’assessore alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Campania Valeria Fascione, dal professor Luigi Coppolino dell'Università di Napoli Parthenope, e dagli ingegneri  Giovanni Di Sirio, esperto di sicurezza embedded e creatore del sistema operativo open source real time ChibiOS/RT e Mauro D'Angelo, fondatore dell’associazione Perlatecnica in Campania.

Soddisfatti i docenti di Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni, in particolare la prof.ssa Carmela Galdi, rappresentante dell’ateneo sannita in seno al Comitato Tecnico Scientifico del NeaPolis Innovation, e la prof.ssa Silvia Ullo, entusiasta sostenitrice della manifestazione, non solo per il team premiato ma per l’interesse e la preparazione dimostrata da tutti i partecipanti Unisannio: Maria Pia Del Rosso, Antonio Di Vito, Francesco Mauro, Federica Piccirillo, Alessandro Sebastianelli e la tutor Maria Maddalena Pizzulo.