skip to content
  • it
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI
DEL SANNIO   Benevento

Dottorato in Tecnologie dell'Informazione per l'Ingegneria

Informazioni generali

Tipo di corso: 
Titolo di accesso: 
Laurea magistrale
Tipo di accesso: 
Concorso
Durata in anni: 
3
Crediti: 
24
Struttura didattica: 
Anno attivazione: 
2013
Lingua del corso: 
Italiano, Inglese

Descrizione

Il corso di dottorato in Tecnologie dell'Informazione per l'Ingegneria si basa su profondi aspetti teorici e pratici delle tecnologie dell’informazione e del loro utilizzo per lo sviluppo di applicazioni in diversi domini sotto la guida di esperti. Il corso è caratterizzato da una varietà di insegnamenti e temi di ricerca, spesso afferenti a rispettivi progetti nazionali o europei di ricerca, promossi da ricercatori del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio.

Il corso è stato costituito nel 2014 come un ampiamento culturale del precedente corso di dottorato dell’Ingegneria dell’Informazione, attivo dall’anno 2000 che ha prodotto circa 90 dottori di ricerca.

Profilo e sbocchi professionali

Un dottorato di ricerca in Tecnologie dell'Informazione per l'Ingegneria  un ampio range di opportunità basato sulle capacità e competenze, acquisite durante il corso di studi, di gestire attività di ricerca, scrivere report scientifici e tecnici di alta qualità, sviluppare risultati pratici, collaborare all’interno di gruppi di lavoro in partenariati nazionali ed internazionali, attraverso una buona conoscenza della lingua inglese, scritta e parlata.

Gli studenti di dottorato in Tecnologie dell'Informazione per l'Ingegneria  un ampio saranno adeguati per un impego sia pubblico che privato. Giusto per fornire qualche esempio, nella Regione Campania operano cinque Università pubbliche di Ingegneria e diversi laboratori di ricerca quali CNR, ENEA, INFN, e numerose agenzia di ricerca governativa. Pertanto, esistono diverse opportunità di impiego locali come ricercatori postdoc. Più ampiamente, I nostri alumni sono stati in grado di trovare prestigiose posizioni accademiche ed industriali sia in Europa che negli Stati Uniti d’America.

 

Per semplicità di illustrazione menzioniamo qui alcune aree tecniche dove I nostri alumni hanno trovato o potrebbero trovare posizioni lavorative:

  • Progettazione CAD di lavori civili;
  • Progettazione e gestione di sistemi software;
  • Progettazione e gestione di sistemi idrici;
  • Progettazione e gestione di sistemi computerizzati centralizzati o decentralizzati;
  • Progettazione e gestione di sensori e sistemi terrestri o satellitari;
  • Automazione Industriale;
  • Modellazione ed analisi di materiali e co0mèponenti complessi per I settori automobilistico, aereospaziale, ferroviario, biomedico, delle telecomunicazioni, dello sviluppo industriale in ambito civile;
  • Modellazione e sviluppo di sistemi di conversione e gestione dell’energia;
  • Modellazione e realizzazione di sistemi di misura con applicazioni in ambito delle telecomunicazioni, aereospaziale, bioingegneristico, delle industrie manifatturiere;
  • Pianificazione, progettazione e simulazione di sistemi per il trasporto;
  • Pianificazione e gestione di sistemi di trasformazione di Potenza elettrica in ambito regionale, nazionale o trans-nazionale;
  • Simulazione di strutture e sistemi geotecniche sollecitati da ingressi dinamici;
  • Simulazione e progettazione di impianti chimici e di processi di combustione.

Modalità prova finale

Gli studenti sono ammessi all’esame finale sulla base di:

  • il loro curriculum dei tre anni di studio,
  • una presentazione di 40’ del loro lavoro,
  • commenti dei due revisori esterni.

Maggiori informazioni sul test finale disponibili in Manifesto - Piano di Studi

Uffici

Inserisci l'anno iniziale dell'anno accademico di tuo interesse
A.A.: 
2019 / 2020
Ciclo: 
XXXV

Manifesto - piano di studio

Il Dipartimento organizza corsi di dottorato, alcuni dei quali sono tenuti ogni anno poiché le competenze che possono essere acquisite attraverso la loro frequenza sono ritenute centrali per le Tecnologie dell'Informazione, e pertanto sono rivolti principalmente agli studenti del primo anno:

  • Matematica avanzata (6 crediti, prof. G. Cardone);
  • Metodi ed applicazioni per l'analisi numerica (6 crediti, dr. A. Fusco);
  • Probabilità (3 crediti, prof. C. Galdi);
  • Processi Stocastici (3 crediti, prof. M. di Bisceglie).

Ogni anno, ai professori ed ai ricercatori del Dipartimento, è chiesto di proporre corsi di dottorato da 4 crediti su tematiche particolari; gli stutenti, quindi, devono indicare quali corsi fra quelli proposti sono interessati a seguire così che i professori possano operare una selezione sulla base del numero di preferenze espresse. A titolo esemplificativo, di seguito sono riportati i corsi tenuti nel 2018:

  • Gravitational waves (prof. I. Pinto);
  • Advanced laboratory (prof. P. Daponte);
  • Tecnologie e metodologie abilitanti per le smart grids (prof. A. Vaccaro);
  • Meccanica quantistica e quantum computers (prof. A. Feoli);
  • Measurements for drones (prof. L. De Vito);
  • Optical and radar remote sensing (prof. S. Ullo).

Inoltre, fra i molti altri corsi tenuti negli anni precedenti, si annoverano:

  • Model thinking e reti sociali (prof. F. Vasca);
  • Machine learning (prof. L. Troiano);
  • Metodi empirici (prof. M. Di Penta).

Ulteriori iniziative atte all'accrescimento delle competenze degli studenti possono essere approvate dal Collegio del dottorato previa richiesta di uno o più professori.

Insegnamenti

Vedi il Manifesto per trovare gli insegnamenti

Docenti